Il club Duvet

A proposito di differenze culturali: è noto che nel nordeuropa il piumone non si rincalza bensì lo si insacca in uno speciale lenzuolo e lo si adagia placidamente sopra il letto.

Il mio letto attuale

Il principale punto a favore è che fare il letto diventa un non-problema, un’operazione risolvibile con un abile gesto di mano in una frazione di secondo. Et voilà!

Questo mi rende felice anche se contrasta con l’antica religione del letto rincalzato, tramandatami per via materna, che richiede una lunga e laboriosa procedura per sigillare il letto in una sorta di sottovuoto, teso a rendere masochisticamente faticoso ricavarsi uno spiraglio fra gli strati per andare a dormire. Ma almeno non ti geli i piedi.

Chi usa il letto come discarica, invece, potrebbe farsi qualche problema dato che la parte superiore del letto è in fondo topologicamente la stessa superficie con cui si è a contatto mentre si dorme. E poggiare le cose sulle lenzuola è notoriamente Male.

Quello che mi affascina però è che qui la terminologia del bedding è molto standardizzata, anche se oscura per i non iniziati.

Intanto il “piumone che si appoggia” si chiama duvet quilt o duvet per gli amici. Se volete sapere quanto caldo vi terrà un certo duvet, dovete consultare il suo tog rating — sì, esiste un’unità di misura apposita.

La vera sfida sono le lenzuola. Sulle confezioni ovviamente trovate solo frasi come duvet cover set, perché spiegare che ti stanno vendendo il sacco con le federe costa troppo inchiostro. Poi ti vendono separatamente le fitted sheets, che sarebbero le lenzuola con gli angoli, ma attenzione agli sheet set se non volete trovarvi con le federe doppione.

Un’unica confezione che contenga lenzuolo, sacco e federe dev’essere un’idea geniale a cui nessuno ha ancora pensato.

E infine, occhio: il double bed, diffusissimo, è il nostro letto ad una piazza e mezzo, mentre il nostro matrimoniale è una via di mezzo fra il king size e il super king size.

6 commenti su “Il club Duvet

  1. occhio a cio’ che scrivi la gente potrebbe farsi un idea sbagliata:-)
    “la religione del RETTO rincalzato” insegnata da tuo padre potrebbe far scattare una denuncia per pedofilia nei suoi confronti 🙂
    Oppure è una tecnica per un bidet che non conosco?

    Cmq Dave io uso quel tipo di lenzuola da almeno il 1995 … ma si sa che io sono un po’ svogliato in tutto figuriamoci rifare il letto.
    ciao

  2. eheh si, meglio correggere “retto” con “letto” 😀

    Comunque mi chiedo il super king size per chi sia… per due persone e mezzo? Comodo per dei genitori che hanno spesso il bambino che la notte si infila nel lettone per paura del buio…

    … e comodo magari anche per gente che e’ abituata a rimorchiare piu’ di una ragazza per volta 😛

  3. ah ah 😀 beh effettivamente il retto rincalzato non è male come lapsus… corretto 😛

    @giacomo: l’ho preso da Argos… mi sa che ne parlerò in un post apposito 🙂

    @happy_emi: o anche per due grassoni…

    @lookdown: sì, immagino che si stia diffondendo anche in Italia… resta il fatto però che nei grandi magazzini italiani per lo più le lenzuola a sacco non si trovano, con l’eccezione guardacaso dell’Ikea, mentre qui non trovi per niente quelle a strati.

  4. Io odio la lunga e laboriosa procedura per sigillare il letto, quindi ben venga il duvet 🙂

    @happy_emi, non fargli venire strane idee!!! 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *