L’autostima al tempo dei self comics

Una delle cose che mi sono piaciute di più in questa Lucca Comics 2008 è stata l’area self comics. Sono quasi commosso dalla quantità di persone che si dedicano, con grande passione, a questa forma espressiva poco riconosciuta e nella quale, fra l’altro, circolano relativamente pochi soldi.

È evidente poi che ci stiamo allontanando sempre di più dalle mura strette del fumetto di genere, in un’esplosione di stili e di tematiche sempre più vari.

Ecco i sentimenti spontaneamente suscitatisi in reazione a ciò:

Il dubbio

5 commenti su “L’autostima al tempo dei self comics

  1. su su dave…
    è sempre la solita storia, dovevamo nascere 10 anni prima o 10 anni dopo,
    facciamocene una ragione e cerchiamo di trovare il nostro posto nella società…
    🙂

  2. ma la società HA meno sedie che culi…
    per fortuna gli approcci possibili sono due:
    1) considerare una suddivisione razionale delle sedie, magari con sistemi di schedulatura time-sharing, o contando su una multimensionalità dello spazio delle sedie, così da consentire una serie di minimi locali
    2) non arrendersi mai…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *