Il Tribunale della città di P

Dato che la burocrazia è solitamente ragionevole, non avevo mai avuto motivo di visitare il Tribunale della Città di P prima d’ora. È quindi con un pizzico di curiosità che ho varcato la soglia di quel palazzo dall’aria moderna, amichevole e rilassata.

Nonostante il mio evidente spaesamento, nessuna guardia mi ha guardato male. Anzi, mi sono immediatamente imbattuto in un ufficio accoglienza che mi ha dato tutte le indicazioni del caso, indicazioni peraltro superflue giacché l’eccellente segnaletica mi avrebbe comunque guidato a colpo sicuro verso la persona giusta.

Tuttavia, dato che quello che mi serviva era un timbro e una firma e poco più, chiunque poteva esaudire questa richiesta e pertanto sono stato subito diretto verso la persona meno indaffarata, senza perdere tempo in inutili code, magari disorganizzate, rimpallato da un addetto all’altro.

E così, in pochi minuti era tutto fatto.

Questa esperienza mi ha rafforzato nella convinzione che il Tribunale, come l’Ospedale, è proprio un posto in cui non mi dispiacerebbe passare un po’ di tempo.

10 commenti su “Il Tribunale della città di P

  1. Hai fatto esplodere il mio misuratore di sarcasmo…
    @Cristina, tu invece hai fatto esplodere il mio misuratore di giapponesità…
    perciò vedete di non farmi esplodere altro per oggi, grazie.

  2. Ah-ahhhhh, allora adesso capisci perchè il lunedì quando arrivo all’agorà sono così stravolta…perchè è solo lunedì, e tutta la settimana che inizia si prospetta piena zeppa di code disorganizzate nel fantastico palazzone moderno e amichevole (anche no).

  3. Direi che il tag sarcasmo ha avuto successo, vedrò di riproporlo in futuro!

    @Cristina: ma certo, è aperto a tutte le persone dotate di grande fantasia 😉

    @Sera e Carly: non so come facciate, sono molto dispiaciuto per voi, anche se ho notato che chi frequenta spesso qualcosa riesce a capirci… se non era per qualche passante di buon cuore stavamo ancora là!

    E già che ci sono mi date anche l’occasione di notare come la maggior parte delle persone presenti fossero donne… e poi dite che i maschi sono disordinati! 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *