Ode in morte del G1-AK005C

Quand'è così

Già subito la scarsa mia pazienza
fu messa seriamente a dura prova
giacché così in ritardo mi arrivasti
che in vendita eri ormai in versione nuova.

Vabbè, a parte questo fui contento
(vorrei vedé, con quanto mi costasti!)
soffiavano le ventole col vento
che caldo è emesso al picco di potenza.

T’ho usato tutti i giorni ed ho portata
a Pisa, a Siena, a Londra, a Pontedera,
la borsa tua pesante sulle spalle
ma poi un avviso: salta la tastiera.

L’upgrade del disco e della ram s’impone;
il monitor lo scasso — e che due palle!
Il video aggiunge a ciò un’operazione
non valida. Puff. L’ode è terminata.

4 commenti su “Ode in morte del G1-AK005C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *