L’estatesi sta finendo

E così, per la terza volta nella mia vita ho barattato un’estate con la stesura di un documento che nessuno leggerà mai. Mi consola il fatto che, comunque vada, sarà stata l’ultima.

A questo giro confesso che più che la costante patina di sudore o le punture di zanzare, sono state le angoscianti incertezze sul futuro prossimo a tenermi — e tenerci — svegli durante le notti agostane.

Inoltre quest’anno la nostra idea di fine settimana romantico è degenerata nel chiuderci in un test-center di Firenze a fare esami di inglese di cinque ore consecutive e a cavallo dei pasti. Per le coppiette in ascolto: ve lo sconsigliamo, si può fare di meglio.

Ma c’è una cosa che, da sola, ha risollevato le sorti di questa infausta stagione, e che resterà memorabile e indelebile negli anni a venire: la gara dei tubby.

Fra l’altro, ora che ci penso, buttarsi per una discesa di plastica bagnata su di un gommoncino dotato di maniglie è la cosa più vicina ad uno sport estremo che abbia mai praticato finora.

Un sentito grazie a Cristina e Tokai che hanno reso possibile questo grande scialamento, e l’hanno fotografato pure. A buon rendere!

3 commenti su “L’estatesi sta finendo

  1. I documenti importanti sono sempre quelli che nessuno leggerà mai… quale migliore occasione per inserirci delle supercazzole!? 😉 E mai porre limiti alla provvidenza, magari potresti prendere un altro PhD all’estero 😛

  2. La cosa più bella è che noi vedevamo solo bambini (e bambine) lanciarsi sulle piste … ed abbiamo pensato che solo ai bimbi fosse consentito divertirsi (che ingiustizia!!!) 😉 “Ma perchè loro si e noi no?”… Per fortuna ci sbagliavamo!! Anche ai bimbi grandi hanno il diritto di scialarsi! Evviva! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *