10 commenti su “Come ti giri e come ti volti

  1. Eh, ma alcuni sono Ipod touch!

    E poi ora non ti devi preoccupare dell’Iphone, devi guardarti dall’Ipad!

  2. E’ la stessa cosa che ho notato anche in metro a Parigi e, ovviamente, a Milano 🙂
    Io l’ho sempre detto: è un oggettino davvero “cool”…però per me (ora come ora) è superfluo e poi è anche “grande” per i miei gusti (se ne facessero uno “nano” lo prenderei in considerazione ma vista la filosofia che c’è dietro non credo).

    Io mi tengo il mio vetusto Nokia che mi piace ancora e fa bene il suo dovere….anche se mi sto guardando in giro per prendere un sostituto più sottile….sempre Nokia ovviamente! 😀

  3. @Cristina: giustissima osservazione… e furbissima mossa da parte di Apple no? L’iPod Touch è un acquisto poco impegnativo ma intanto diffonde la piattaforma.

    Per il resto: non provo sentimenti particolarmente forti né a favore né contro l’iPhone, però posso dire sicuramente che in una grande città è particolarmente utile avere qualcosa con cui ti puoi collegare ad Internet in ogni momento, per controllare stato e orari della metro, cartine, ecc. senza contare l’enorme quantità di applicazioni personalizzate che vengono create apposta ad es. per sapere quali posti stanno facendo sconti nelle vicinanze ecc.

  4. L’idea di girare con 400 euro in tasca mi creerebbe troppa ansia. Se poi prendi il modello iper-uber potresti ritrovarti a girare con un gingillo di 600 euro… Sai che smadonnamenti in caso di smarrimento 😀

  5. @ostelinus: obiettivamente, fra tutte le persone che conosco che ce l’hanno, poche se ne lamentano!

    @happy_emi: condivido abbastanza la tua osservazione, che applico spesso in questa variante: se non posso permettermi di ricomprarlo, forse non devo proprio comprarlo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *